CD REALIZZATI

Ultimo disco da me realizzato come autore e musicista. Prodotto, cantato e recitato da Ugo Innamorati. Musica dagli echi gaberiani e dalle molteplici ispirazioni: jazz, pop, teatro brechtiano, canzoni goliardiche, trash, surrealismo

Demo di 5 arie cantate da Rita Sorbello, ottimo mezzosoprano dalle notevoli doti espressive.  Ho partecipato alla buona riuscita del disco con la mia consulenza di tecnico e musicista, curandone minuziosamente i missaggi.

Demo del batterista  Francesco Liguori, nata da sue idee "in nuce" da me rielaborate, arrangiate e suonate, seguendo tre generi davvero distanti tra loro (polka, jazz, etno-rock) Primo disco prodotto da Ugo Innamorati come moderno "mecenate" in cui si cimenta con brani recitati (da Belli a Garcia Lorca, da Di Giacomo a Cecco Angiolieri) e classici della canzone dello scorso secolo (canzone d'autore francese e italiana, Elvis Presley, ecc...) Nato da una collaborazione con l'associazione culturale "I supersenior" questo disco rappresenta la colonna sonora riarrangiata da me di uno spettacolo teatrale eseguito come prima al Teatro Brancaccio di Roma. Canzoni ironiche e "impegnate" che raccontano la storia dei nostri "supernonni"... Da questa esperienza è nata la bella collaborazione con Ugo Innamorati. Indimenticabili canzoni di Salvo Salviati... come l'inno "luddista" e dinamitardo "Beppino e la Draga". Da scoprire!
"I neutrini" (2007)
Ugo Inamorati e Valerio Mele
"Prove di mezzo-soprano" (2007)
Rita Sorbello
"The last edge" (2007)
Francesco Liguori
"Castiga ridendo mores" (2005)
Ugo Innamorati
"Dalla vita in su" (2005)
AA.VV. tra cui V.Mele
Vera espressione della mia sensibilità musicale recente e dei miei interessi rivolti alla scoperta dei linguaggi della musica etnica, questo è il mio disco come solista, prodotto da RAITRADE. Suono ud, chitarra, bandurria, violino e synth vari.  Mi avvalgo della collaborazione di una cantante in 3 brani. Per il resto, dai campionamenti al missaggio è interamente opera mia.  Conto di tornare presto ad assemblare un nuovo disco di "alchimie etniche". Disco ormai raro, che testimonia del mio interesse del panorama  musicale apertosi dopo gli anni d'oro del dark. Ispirato a  Tuxedomoon, Wyatt, Dead can dance, è una lavoro che paradossalmente segna la conclusione dell'esperienza artistica coi miei amici di sempre, Fabio Mariani, Nicola Giudetti e Antonello Vena. Ma il Volo Notturno è ben lungi dal voler ripiegare le sue ali. Essendo uno "stato mentale", non  può che ripresentarsi di tanto in tanto. Come ho detto altrove: "Dagli anni '80 non si guarisce".
"Alchimie etniche" (2004)
Valerio Mele (ed. RAITRADE s.p.a.)
"Volo Notturno" (1994)
Volo Notturno

Per un preascolto...
I file del player sono a bassa fedeltà (64Kbps). Ma potete ascoltarli anche qui.